Tui annuncia: meno ricavi ma più utili nel 2014

Il gruppo anglo-tedesco Tui Travel ha diffuso i risultati relativi all’anno fiscale 2014. Il margine operativo è aumentato dell’11% arrivando a totalizzare 612 milioni di sterline, pari a 780 milioni di euro

Peter Long, Ceo di Tui

Peter Long, Ceo di Tui

Londra – «Abbiamo concluso un altro anno in forte crescita, aumentando il nostro margine operativo dell’11%». Parola di Peter Long, Chief Executive di Tui che in una nota diffusa dal gigante europeo del turismo commenta le ultime performance del gruppo. «Questi risultati dimostrano che il nostro business model è ancora forte, resiste alle difficoltà del mercato e all’aumento della competitività dei vari competitors. La nostra leadership di mercato unita al focus sull’esperienza del cliente, sono gli elementi che ci fanno guardare la futuro con fiducia, una solida base per un business sostenibile e redditizio».

Secondo Long, anche la recente fusione tra Tui Travel e Tui Ag dovrebbe rendere il gruppo più forte, aggiungendo benzina al motore della crescita a lungo termine e raffinando il rapporto con i viaggiatori che hanno scelto Tui.

«Potremo comunicare meglio con chi viaggia durante tutto il processo decisionale – conclude Long – aggiungendo valore e soluzioni personalizzate che renderanno l’esperienza con Tui unica»

I risultati di Tui relativi all’esercizio chiuso lo scorso 30 settembre, hanno segnato una leggera contrazione dei ricavi totali (-3%) che scendono a 14,6 miliardi di sterline (18,6 miliardi di euro), confermando le difficoltà nei mercati dell’Ucraina e della Russia. Ciononostante, gli utili pre-tasse sono più che raddoppiati, passando da 169 a 362 milioni di sterline (da 215 a circa 460 milioni di euro).

A fare la parte del leone le brillanti performance nel Regno Unito, in Germania e Olanda mentre le perdite in Francia si sono dimezzate. Ad oggi, Tui ha venduto il 63% dell’offerta invernale 2014/15, con tariffe in crescita dell’1%. Al momento le vendite risultano in crescita del 4% per la stagione invernale e del 9% per l’estate 2015.

Un colosso da 210 mila posti letto

La fusione di Tui Travel con la casa madre tedesca Tui AG ha dato vita ad una società composta da sei compagnie aeree con 140 aeromobili, più di 300 alberghi con 210 mila posti letto, 12 navi da crociera e 77 mila dipendenti.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *