Tripbarometer: Italia in vetta

tripbarometer
l portale Tripadvisor ha diffuso i dati di un imponente studio globale sul turismo che indica nel Belpaese la meta per eccellenza e annuncia una crescita globale del 15%. Nella scelta delle destinazioni, sono fondamentali le visite organizzate e la cucina

E i francesi di rispettano” cantava Paolo Conte nella sua famosa canzone del 1979 dedicata a Bartali, ma chissà come i cugini transalpini prenderanno gli ultimi dati diffusi dal Tripbarometer; l’Italia infatti, rimane il sogno di buona parte dei turisti del mondo. Secondo i dati diffusi da Tripadvisor (che attraverso Ipsos ha intervistato oltre 35.000 turisti e 10.000 operatori), il Belpaese, insieme all’Australia e agli USA, rimane saldamente in cima ai desideri dei viaggiatori di tutte le età, con particolare forza rispetto alle famiglie e ai pensionati. Sarà per l’effetto Expo o per il Giubileo straordinario appena annunciato da Papa Francesco, ma il 2015 sembra essere l’anno d’oro per il turismo italiano.

destinazioni

  Americani, Canadesi, Australiani, Messicani e Brasiliani

vistitaly

Oltre a identificare le destinazioni più ambite, il TripBarometer indica anche in quali nazioni il Belpaese è più attrattivo e rispetto a quali tipologie di viaggiatori (ovvero millenials, famiglie e pensionati).

Statunitensi e Canadesi sono i più attratti dall’Italia e considerando i buoni dati economici dell’economia Nordamericana, sono anche gli ospiti più probabili che arriveranno da noi nel corso del 2015, seguiti da Australiani, Messicani e Brasiliani.

Considerando le tipologie di viaggiatori, l’Italia spopola sia tra i pensionati sia tra le famiglie, anche se in quest’ultimo caso condivide il gradino più alto del podio con Australia e USA al 27% e surclassando mete esotiche come i Caraibi. Diverso il caso dei viaggiatori millennials, che mettono l’Australia in testa (36%) seguita a breve distanza dall’Italia (34%) dalla Nuova Zelanda e dagli USA (32%) e dalla Francia (30%).


 

Cosa chiedono i turisti del 2015

Secondo il Tripbarometer, i servizi continuano a rappresentare uno dei punti chiave nell’attrarre ospiti; se prezzi, recensioni dei viaggiatori e location sono tra i fattori più incisivi, il 77% sostiene che anche i servizi sono fondamentali nel processo decisionale.

Servizi che i viaggiatori considerano più importanti nel prenotare un alloggio:

  1. Wi-Fi gratuito in camera: 74%
  2. Colazione inclusa: 60%
  3. Servizi in camera: 58%
  4. Navetta gratuita: 35%
  5. Personale che parla la propria lingua: 35%

richieste

Considerando l’importanza strategica della connessione internet, Tripadvisor consiglia di offrire due opzioni per il Wi-Fi in camera. Mentre moltissimi viaggiatori cercano alloggi con disponibilità di Wi-Fi gratuito, quasi il 30% sarebbe disposto a pagare una tariffa extra per una connessione super veloce. Con la diffusione crescente di musica e video in streaming, offrire un’opzione distinta per la connessione ad altissima velocità permetterà di soddisfare le esigenze degli ospiti e di trarre ulteriori profitti.

Si prevede un aumento del 15% per i viaggi di piacere internazionali

I viaggiatori di questi Paesi sono quelli che con maggiore probabilità faranno più viaggi all’estero nel 2015:

  • Turchia: fino al 58%
  • India: fino al 45%
  • Nuova Zelanda: fino al 39%
  • Sudafrica: fino al 38%
  • Brasile: fino al 37%
Il desiderio di visitare le località turistiche è un elemento chiave

Se le esperienze di “cultura locale” sono in cima ai desideri dei viaggiatori del 2015, l’Italia può davvero fare la parte del leone, offrendo una varietà e una quantità di opzioni praticamente sconfinata. Tra i motivi che portano a visitare un posto specifico nel 2015 infatti i turisti hanno risposto in questo modo:

  • Ho sempre desiderato andarci: 42%
  • Offre il tipo di attività che mi interessa: 33%
  • C’è un’attrazione/un sito particolare che voglio visitare: 33%
  • Adoro esplorare la zona: 29%
  • Adoro la cucina locale: 23%

Aumentano decisamente i viaggiatori propensi a spendere di più in visite turistiche, piuttosto che in shopping, souvenir o attività serali.

Ecco gli aspetti della vacanza per cui i viaggiatori sono più propensi a spendere di più:

  • Visite turistiche: 53%
  • Esperienze culinarie particolari: 41%
  • Alloggio: 41%
  • Attività: 35%
  • Shopping: 24%

Questa tendenza rende particolarmente importante la realizzazione di pacchetti dedicati, specialmente apprezzati quando sono prenotabili direttamente con l’alloggio.

Leggi il Tripbarometer completo dedicato all’Italia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *