Tax credit digitale: ecco la procedura

taxcredit
Il Minstero dei Beni e delle Attività Culturali e de Turismo, ha finalmente diffuso le istruzioni precise per accedere al bonus fiscale che consente di investire nel rinnovamento tecnologico delle strutture ricettive italiane, il click day scatta alle ore 10 del 13 luglio 2015

Dopo aver annunciato più volte i decreti attuativi, finalmente il MiBACT ha reso note le modalità di accesso alle agevolazioni portate in dote dal tanto atteso decreto Art Bonus, 45 milioni di euro messi a disposizione di alberghi, villaggi turistici, marina resort, residence, ostelli, case per ferie, bed and breakfast, rifugi di montagna, campeggi e ogni altra forma di ospitalità offerta da strutture che svolgono attività in via non occasionale.

Va ricordato che Il credito d’imposta, ovvero l’entità dell’agevolazione, è riconosciuto nella misura del 30% dei costi sostenuti, che non devono superare la somma di 41.666 euro.

Il massimo che si può ottenere sono 12.500 euro, credito che si può utilizzare esclusivamente in compensazione, ed è diviso in tre rate annuali di pari importo.

Gli investimenti ammessi al tax credit riguardano l’acquisto di siti e portali web e la loro ottimizzazione per i sistemi di comunicazione mobile, di programmi per automatizzare i servizi di prenotazione e vendita online di servizi e pernottamenti, di servizi di comunicazione e marketing digitale, di spazi pubblicitari su piattaforme web specializzate, di progettazione, realizzazione e promozione digitale di proposte di offerta innovativa in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità e di acquisto di impianti wi-fi.

Click day il 13 luglio

Per prima cosa bisogna tenere traccia delle spese sostenute per le quali si richiede il credito d’imposta (la domanda va presentata insieme all’attestazione in formato digitale delle stesse), dopo di che, il legale rappresentante dell’attività ricettiva deve accreditarsi presso il portale dei procedimenti dalle ore 10 del 22 giugno 2015 (la finestra temporale rimane aperta fino al 24 luglio 2015, giorno di chiusura per la presentazione delle domande).

Una volta effettuata la registrazione, ricevuti i codici di accesso e compilati e firmati i moduli (il tutto in formato digitale e con casella di posta elettronica certificata), la domanda può essere inviata dalle ore 10 del 13 luglio fino alle ore 12 del 24 luglio.

Entro 60 giorni, ovvero entro il 24 settembre, il MiBACT completerà l’istruttoria di valutazione di tutte le domande pervenute e poi pubblicherà sul proprio sito l’elenco delle domande ammesse, tenendo conto dell’ordine cronologico di presentazione.

Non c’è tempo da perdere quindi, le risorse sono limitate e si annuncia una pioggia di richieste, considerando che già per l’anno fiscale 2014 è possibile presentare la documentazione.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *