HRS e l’Italia: intervista ad Angelo Panzariello

hrs
Secondo il numero 1 di HRS in Italia, il settore dei viaggi sta diventando sempre più complesso e per vincere la sfida bisogna guardare ad oriente. Senza dimenticarsi del core business e senza barare sulle recensioni

di Stefano Mascioni

Angelo Panzariello, HRS

Si chiama Angelo Panzariello, ed è il Direttore Hotel Solution del gruppo HRS in Italia, ma anche in tutto il Sud Europa ed in Medio Oriente.

Manager tecnico apprezzato, dopo un’esperienza nelle vendite lunga oltre 12 anni maturata prima a Venere.com e poi ad Expedia, inizia a lavorare per il gruppo tedesco HRS nel 2010 e da febbraio di quest’anno è diventato anche responsabile del mercato Sud Europeo e mediorientale.

In questa intervista esclusiva risponde a tutte le nostre domande per i lettori di tpost, a partire dalla spinosa questione delle recensioni fasulle o modificate, rispetto alle quali ha una chiara opinione.

tpost – C’è chi critica l’attendibilità delle recensioni di siti come tripadvisor, ci sono persino aziende specializzate nel produrre commenti positivi a pagamaneto, cosa ne pensa?

Per proteggere dalla manipolazione sia i nostri clienti sia gli hotel partner, solo gli ospiti che hanno effettivamente soggiornato nella specifica struttura possono lasciare una recensione. Inoltre, un team editoriale specializzato supervisiona le recensioni, i commenti e le osservazioni degli ospiti. Certamente, alcune agenzie specializzate cercano di eludere le norme di sicurezza ed in questo contesto, gli alberghi stessi dovrebbero essere consapevoli delle conseguenze che questo comporta. Perché recensioni false o eccessivamente positive, generano dubbi nei viaggiatori e creano aspettative elevate che poi non possono essere soddisfatte. Manipolare le recensioni è il primo passo per aumentare il numero di ospiti insoddisfatti, che poi esprimono la loro delusione nei commenti che lasciano. In sostanza, manipolare questi dati porta a una reputazione negativa nel lungo periodo”.


tpost – Qual è il segreto del successo di HRS?

Il successo del gruppo HRS si basa in particolare su due pilastri. Il primo: offriamo un grandissimo portfolio, vasto e profondo, attraverso la nostra partnership diretta con gli hotel e la collaborazione con vari fornitori di alloggi. Oggi, oltre 250.000 hotel in 190 paesi diversi sono connessi al network del gruppo HRS. Gli albergatori, possono risparmiare parecchio tempo, gestendo la propria offerta in vari portali attraverso la nostra extranet o utilizzando il servizio degli oltre 100 Channel Manager certificati, come WuBooK. Il secondo pilastro è la forza della nostra distribuzione: HRS vende gli hotel collegati su scala globale e apre continuamente nuovi canali distributivi e nuovi mercati. Sono soprattutto gli alberghi indipendenti e i privati a ​​beneficiare dei vari canali di distribuzione e dell’accesso alle potenzialità di prenotazione globale offerto ai viaggiatori d’affari e privati. Il network genera circa 20 milioni di visite al mese e con più di 1300 dipendenti in tutto il mondo, il gruppo ha 22 filiali in 16 paesi per commercializzare al meglio i propri hotel partner su scala globale. Grazie al numero elevato di utenti in tutto il mondo e alle molteplici opportunità di marketing, i portali del gruppo HRS sono un canale di vendita efficace e internazionale per il settore alberghiero. Soprattutto nel business aziendale abbiamo una posizione di particolare forza: più di 40.000 aziende prenotano regolarmente i loro soggiorni per i viaggi d’affari, i viaggi di gruppo e le conferenze attraverso HRS e hotel.info. Inoltre, il Gruppo HRS ha un accesso diretto ai sistemi di distribuzione globale (GDS) come Amadeus e Sabre, il che rende possibili le vendite anche nelle agenzie di viaggio di tutto il mondo comprese le grandi agenzie di viaggi aziendali, come American Express, BCD, Carlson Wagonlit o HRG. In questo modo, l’offerta può raggiungere nuovi segmenti di clientela, i mercati internazionali e più di 100.000 agenzie di viaggi”.


tpostMi fa una previsione del mercato nei prossimi 10 anni?

Il panorama del settore dei viaggi sta diventando sempre più complesso, sia nel mondo degli affari sia nel segmento leisure . Per vincere la sfida e attirare l’attenzione dei potenziali clienti, per gli hotel è fondamentale posizionarsi in vari motori di ricerca e canali di distribuzione – tra cui GDS, mobile, social media , ecc. Ma la lunga catena di distribuzione comporta costi più elevati e strutture di vendita sempre più complesse . Pertanto, è fondamentale lavorare con il partner giusto. HRS Group offre soluzioni e servizi innovativi e ha un ottimo collegamento ai vari canali di distribuzione, mentre le commissioni rimangono sempre basate esclusivamente sugli effettivi risultati di vendita”


tpost – Cosa pensa dell’arrivo di nuovi player come Amazon e Alibaba?

“Certamente HRS tiene monitorata l’attività sul mercato dei propri concorrenti, ma preferiamo non commentare”.


tpost – Parity rate, argomento caldo in Europa, quale la posizione di HRS?

Della questione si stanno occupando da tempo diverse autorità europee, ma finora, manca una sentenza omogenea e vincolante per tutti. La parity rate è stata introdotta dalla stessa industria alberghiera e di fatto è una pratica standard che porta evidenti vantaggi di marketing. Osserviamo attentamente lo sviluppo delle varie indagini


tpost – Quali le conseguenze se la parity rate rimane, e quali se verrà abolita da Strasbourgo?

Al momento l’argomento è materia delle varie autorità Europee competenti, faremo i nostri commenti solo dopo l’emissione di una sentenza definitiva”.


tpost - Quali sono i mercati più interessanti per HRS?

L’intera regione Asia-Pacifico per noi è una delle aree emergenti più promettenti del mondo. Entro il 2018 , il Fondo Monetario Internazionale stima un prodotto interno lordo di quasi 37 miliardi di dollari in Asia, il che corrisponderebbe ad un incremento del 41 per cento. HRS ha riconosciuto subito l’importanza del mercato asiatico e ha aperto un ufficio a Shanghai nel 2002, diventando uno dei più grandi uffici esteri di HRS e siamo tra le tre OTA più importanti nel segmento corporate. Oltre a Shanghai e alla recente apertura di Tokyo, il Gruppo HRS ha uffici anche a Pechino, Hong Kong e Singapore, con un totale di oltre 150 dipendenti. Inoltre, il gruppo HRS punta ad espandersi anche in Nord e Sud America. Siamo presenti a San Paolo dallo scorso anno e con il nostro nuovo ufficio di New York, saremo in grado di supportare ancora meglio i nostri partner nel mercato nordamericano


 tpost – Investimenti in promozione, quanto in Italia e nel resto del mondo?

La prego di comprendere che, come società a capitale privato, siamo molto riservati rispetto ai nostri dati di business come il fatturato e gli investimenti”.


tpost – Sicurezza dei dati, quali le garanzie di HRS?

I nostri sistemi sono completamente protetti e sottoposti a constante e regolare manutenzione . In questo modo possiamo garantire uno standard di sicurezza dei dati sia ai nostri clienti sia ai nostri partner“.


tpost – Hrs è interessata al mercato delle prenotazioni dei ristoranti?

No. Siamo esperti del business alberghiero e rimarremo concentrati in questo settore“.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *