Expedia compra Travelocity per 280 milioni

Expedia si rafforza in Nord America acquisendo Travelocity da Sabre Corporation per 280 milioni di dollari in contanti.

La notizia non coglie di sorpresa gli addetti ai lavori, considerando che già nel  2013 le due aziende avevano firmato un accordo di collaborazione, mettendo la piattaforma tecnologica di Expedia a disposizione di Travelocity.

Travelocity è uno dei brand di viaggi più conosciuti nel Nord America e offre un gran numero di destinazioni a oltre 20 milioni di passeggeri al mese – spiega Dara Khosrowshahi, amministratore delegato di Expedia – dopo l’accordo di marketing strategico, questa operazione è il matrimonio ideale tra un marchio forte come Travelocity e la nostra eccellente piattaforma di prenotazione”L’evoluzione di questo rapporto – aggiunge Khosrowshahi – rafforza la capacità della famiglia Expedia nel continuare a innovare e fornire le migliori esperienze di viaggio per il più ampio numero di viaggiatori, in tutto il mondo.”

Questa nuova mossa, mette in evidenza due tendenze importanti nello scacchiere della competizione internazionale tra le OTA.

Da una parte, Expedia aumenta il portfolio dei marchi controllati (tra cui Hotels.com, Hotwire, Carrentals e Kayak) dall’altra Sabre Corporation conferma la riorganizzazione strategica del proprio business, che dopo un’esperienza ventennale nel b2c si concentra sempre più nel settore business, agenzie di viaggi e biglietti aerei. A fine 2014 infatti, Sabre aveva messo sul mercato la controllata britannica Lastminute, poi acquisita dal gruppo italiano Bravofly Rumbo per 120 milioni di dollari (un decimo del prezzo pagato da Sabre nel 2005).

Il nostro obiettivo primario in Sabre è fornire soluzioni software per la nostra compagnia aerea - spiega il presidente di Sabre Tom Klein – guardiamo al mercato globale e all’ospitalità attraverso le nostre agenzie,  per aiutarle a servire meglio e più efficacemente i loro clienti ogni giorno”.Abbiamo avuto una lunga e fruttuosa collaborazione con Expedia – conclude Klein – non ultima gla partnership per rafforzare il business Travelocity, la nostra decisione di cedere il brand è stata un passo logico, vantaggioso per entrambi.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *