Booking su Apple Watch

awhome
Booking rompe gli indugi e annuncia una nuova applicazione dedicata all’Apple watch: ora è possibile prenotare la propria stanza direttamente dall’orologio. Fantascienza?

C’era una volta la cara vecchia prenotazione telefonica, che correva sui doppini di rame, lasciando una parvenza d’umanità a chi decideva di viaggiare e iniziava a farsi un’idea del posto dove sarebbe andato a dormire attraverso la voce e l’atteggiamento di chi rispondeva dall’altra parte del telefono.

 

aw1Sembra preistoria, considerando che oggi il numero uno del booking su web ha annunciato la sua prima applicazione dedicata allo smart watch di Apple in grado di completare tutto il processo di prenotazione, aumentando il numero di player turistici che hanno già sviluppato soluzioni dedicate all’orologio della mela.

E come se non bastasse, nel progetto è prevista anche la prima vera sperimentazione della nuova tecnologia “force touch”, l’ultima diavoleria messa a punto dalla casa della mela per rivoluzionare, ancora una volta, il concetto stesso di touch-screen.

Oltre a riconoscere gli input touch – spiegava lo stesso Tim Cook durante l’ultimo keynote – Apple Watch valuta la pressione esercitata dal dito, aggiungendo una nuova dimensione all’interfaccia utente, permettendo così di distinguere tra un tap leggero e una pressione decisa, che innesca un accesso istantaneo a una serie di controlli contestualmente specifici. Si tratta della più significativa funzionalità sensoriale dall’introduzione del multitouch”.

Ora, annunci ad effetto a parte, Apple ha deciso di applicare attivamente il “force touch” proprio all’applicazione di Booking e così, facendo una pressione più decisa sul vetro zaffiro, parte un processo automatico che cerca gli alberghi più vicini alla propria posizione e propone la prenotazione. C’e da stare attenti a quello che si fa, considerando che in pochi secondi si rischia di prenotare una stanza d’albergo prima ancora di aver capito che ore sono.

In Booking.com, siamo costantemente impegnati nel mettere a disposizioni dei viaggiatori strumenti sempre più potenti per prenotare un alloggio su misura – spiega Stuart Frisby, Principal Designer a Booking.com – non importa su quale schermo o dispositivo. Portare Booking Now sull’orologio di Apple è il nuovo capitolo del nostro impegno incessante per l’innovazione. Integrando le tecnologie all’avanguardia, siamo in grado di semplificare ulteriormente il processo di prenotazione, che permette agli utenti di garantire la sistemazione giusta con la massima semplicità

‘L’applicazione Booking now per l’orologio di Apple – prosegue Frisby – è progettata per rispondere alla crescente richiesta di viaggi on-demand in movimento, offrendo un’esperienza semplice e su misura; il 96% dei viaggiatori mondiali concordano sul fatto che la tecnologia ha reso più facile prenotare viaggi e l’85% sostiene che una prenotazione in movimento più facile possano generare anche più richieste spontanee, tuttavia, il 67% preferirebbe ridurre il tempo trascorso on-line durante il viaggio, la nostra applicazione offre il meglio di entrambi e gli utenti possono fare di meno per ottenere di più“.

Attraverso l’applicazione, i viaggiatori possono gestire vari aspetti del proprio soggiorno, salvando la posizione dell’albergo scelto, ottenendo le indicazioni stradali su come raggiungerlo e con il numero di camera costantemente memorizzato.

L’appuntamento è per il 24 aprile, quando Book now per Apple watch sarà disponibile per il downolad dall’apple store.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *