Booking online: arriva Amazon

Jeff Bezos, fondatore di Amazon

Jeff Bezos, fondatore di Amazon

La notizia non è ancora ufficiale, ma secondo alcune indiscrezioni (riportate anche dal sito Skift) Amazon, gigante americano del commercio elettronicostarebbe per entrare direttamente nel settore delle prenotazioni alberghiere con il nuovo servizio Amazon travel, una vera e propria OTA.

Per le dinamiche del booking online, si tratta di una novità pesantissima , considerando la potenza commerciale della società fondata da Jeff Bezos nel 1994, che può contare su uno dei database di utenti più grandi del mondo.

Ufficialmente, il servizio dovrebbe partire il 1° gennaio 2015, includendo una serie di strutture selezionate a Los Angels, New York e Seattle, ma i programmi sono per una rapida espansione in tutto il resto del mondo, puntando decisamente sull’Europa.

La formula commerciale ricalca il classico modello OTA, consentendo alla struttura alberghiera di riempire un profilo con foto e descrizioni delle camere, beneficiando anche del servizio di pagamento elettronico del circuito Amazon.

Il tutto per una commissione del 15%, ma secondo i bene informati, Amazon sarebbe pronta ad adottare politiche commerciali più flessibili, rivolgendosi soprattutto agli alberghi indipendenti, che non fanno parte delle catene più importanti.

Insomma, dopo aver comprato pinne, fucile ed occhiali, su Amazon sarà possibile prenotare e pagare anche il resort sul mare dove passare le nostre vacanze.

Potenzialmente è una rivoluzione che potrebbe togliere il sonno ai big delle prenotazioni on-line, ma prima di fasciarsi la testa bisogna attendere la risposta del mercato.

Un commento

  • Sarà interessante capire come integreranno l’OTA all’interno del market virtuale. Potrebbe essere qualcosa di veramente innovativo dal punto di vista del sistema “intelligente” che incrocia gli oggetti acquistati o visionati con le proposte di viaggio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *